1 articolo 0 articolo
I nostri clienti dicono Eccezionale
4.8 su 5 sulla base di 8909 recensioni
Trustpilot
  • Estratto di canapa come antidolorifico naturale

    Ottenuto dal fiore, miscelato con olio di alta qualità ed efficace contro una vasta gamma di malattie: l'estratto di canapa ha la reputazione di essere un antidolorifico naturale senza effetti collaterali indesiderati. È così? In questo articolo andiamo a fondo del mito dell'estratto di canapa come antidolorifico naturale.

    Qual è la differenza tra l'estratto di canapa e l'olio di canapa?

    La differenza tra i due prodotti diventa più chiara quando si utilizzano i termini olio di semi di canapa e olio di CBD. L'olio di semi di canapa, come suggerisce il nome, viene estratto dai semi di canapa pressati. I semi di cannabis non hanno assolutamente effetti psicoattivi, indipendentemente dal fatto che siano riscaldati o consumati crudi. Per questo motivo, l'olio di canapa è legale da vendere e consumare nella maggior parte dei paesi. L'olio di canapa è anche offerto lì in negozi di alimenti naturali ben forniti o occasionalmente nei supermercati. A differenza dell'olio di semi di canapa, l'olio di CBD, ovvero l'olio estratto di canapa, viene venduto solo dove è stato espressamente dichiarato legale. L'olio di CBD si ottiene per estrazione dai fiori di cannabis, preferibilmente da uno specifico ceppo di cannabis estremamente ricco di cannabidiolo. Tuttavia, l'olio non ha anche proprietà inebrianti. [1]

    THC, CBD: Eh, come adesso?!

    Anche se non hai trattato la canapa e le sue proprietà in modo particolarmente intenso, probabilmente hai sentito parlare del cosiddetto THC, una sostanza psicoattiva che può essere trovata anche nella canapa in dosi diverse. Ora ti starai chiedendo quale sia la differenza con il CBD che ho menzionato all'inizio, che dovrebbe essere anche nella pianta di canapa.

    Per una breve spiegazione:
    Per iniziare con la principale differenza tra THC e CBD: il THC ha un effetto inebriante sul cervello, mentre il CBD no. Quindi il CBD non ha effetti psicoattivi. Contrariamente all'uso del CBD, molti consumatori occasionali di cannabis contenente THC riferiscono sentimenti di paranoia e paura.
    La canapa viene consumata da molte persone, tra le altre cose, perché può favorire il sonno. Ma questo è solo il caso della canapa contenente THC. Questo è completamente diverso con il CBD: il CBD porta piuttosto alla chiarezza mentale ed è quindi tutt'altro che ideale per un buon sonno. Tuttavia, il CBD non ha un effetto stimolante, piuttosto sveglia delicatamente il corpo e questa prontezza può essere motivante. In parole povere: il CBD colpisce il corpo, il THC colpisce il cervello. [2]

    La cannabis come medicina versatile?

    Ci sono ora alcune ricerche che dimostrano che la cannabis può alleviare una varietà di malattie, tra cui glaucoma, emicrania, psoriasi, spasticità, sclerosi multipla e persino cancro. Per esempio. Riduci bene la spasticità e il dolore nella sclerosi multipla con l'estratto di cannabis. [3]
    Nella sindrome di Tourette, le persone colpite riferiscono una riduzione dei tic dopo aver assunto cannabis. Con i suoi ingredienti, la cannabis può anche aiutare a ridurre la pressione intraoculare nel glaucoma, una malattia degli occhi. L'aumento della pressione intraoculare distrugge gradualmente il nervo ottico, il che può portare alla completa cecità. Si dice anche che la canapa sia in grado di dilatare i bronchi ed è quindi utile per le persone con asma. Naturalmente, dovrebbe essere somministrato al corpo come estratto e non fumato come uno spinello. [4]
    "Di solito un ingrediente attivo può alleviare una o due malattie, questa diversità è molto rara", afferma il medico Franjo Grotenhernen di Colonia. Ha già ottenuto circa 1.000 permessi speciali per la cannabis medica per i suoi pazienti.
    Naturalmente, afferma anche esplicitamente che la cannabis può anche avere effetti collaterali: rispetto a farmaci psicotropi, anticonvulsivanti e analgesici, questi effetti collaterali sono gestibili.

    Cannabidiolo estratto di canapa
    L'estratto di fiori di canapa ha una gamma straordinariamente diversificata di proprietà benefiche per la salute.

    Un problema che potrebbe sorgere, secondo Franjo Grotenhermen, è il fatto che molti medici semplicemente non hanno alcuna conoscenza specialistica sull'uso della canapa nelle malattie. Per questo motivo, crede anche che molti non oserebbero prescrivere la cannabis come medicinale. Inoltre, i farmaci a base di cannabis sono molto costosi, il che potrebbe occupare gran parte del budget dei farmaci dei rispettivi medici.

    Circa l'effetto antidolorifico dell'estratto di canapa

    La cannabis viene anche consumata per alleviare il dolore e talvolta è già prescritta da un medico, specialmente quando tutti gli altri tentativi medici convenzionali falliscono. Melanie L., 72 anni, anziana, che soffriva di dolori reumatici così forti che a volte non poteva nemmeno uscire di casa, figuriamoci occuparsi delle pulizie, può cantare una canzone a riguardo. Una sua amica ha letto dell'olio di canapa su un giornale olandese e lo ha consigliato all'anziana signora. Questa raccomandazione sol Cambia improvvisamente la vita della donna anziana. A seconda di sonniferi pesanti e già molto depressa, dà una possibilità all'olio: "Ho iniziato con tre gocce al giorno e mi sono sentito subito meglio nella prima settimana", ha detto Melanie L. a RP Online. È stata persino in grado di ridurre i normali farmaci dopo poche settimane perché semplicemente non ne aveva più bisogno. [5]
    Gli effetti analgesici dell'estratto di canapa sono dovuti ai cannabinoidi presenti nella pianta. I cannabinoidi sono molto più concentrati nell'olio di cannabis medicinale, che conferisce all'olio una capacità ancora più forte di alleviare il dolore.
    Gli studi hanno dimostrato che i cannabinoidi possono ridurre il dolore inibendo in una certa misura la trasmissione neuronale. La canapa riduce quindi i “marker del dolore”. Pertanto, l'olio di canapa è sempre più utilizzato anche per la terapia dei disturbi del dolore, come problemi articolari nella vecchiaia o reumatismi. [6]

    Non ci sono effetti abituali con l'olio di canapa

    L'olio di estratto di canapa agisce come un analgesico naturale e un esaltatore dell'umore. Anche se non è sempre possibile sbarazzarsi completamente di alcune malattie che sono accompagnate da dolori molto forti con l'aiuto dell'olio di canapa, l'olio può almeno ridurre gli antidolorifici.
    Secondo uno studio del "Journal of Experimental Medicine", l'olio di canapa ha anche un altro vantaggio in termini di sollievo dal dolore rispetto ai farmaci convenzionali: l'estratto di canapa non dovrebbe avere alcun effetto abituale. Come è noto, gli antidolorifici convenzionali hanno lo spiacevole effetto collaterale di dover essere aumentati dopo un certo tempo per avere un qualsiasi effetto sul corpo. Questo non dovrebbe essere il caso dell'estratto di canapa: ha un effetto molto più duraturo sul dolore. [7]

    Fonte:

    (1) https://sensiseeds.com/de/blog/welche-vergleiche-gibt-es- between-hanfol-und-cbd-ol /
    (2) https://www.medicann.ch/vergleich- between-thc-und-cbd /
    (3) https://www.aerztezeitung.de/medizin/krankheiten/neuro-psychiatrische_krankheiten/multiple_sklerose/article/859903/nutzenanalyse-welchen-krankheiten-cannabis-hilft.html
    (4) http://www.spiegel.de/gesundheit/diagnose/cannabis-bei-krebs-ms-oder-aids-kann-die-droge-helfen-a-982282.html
    (5) http://www.rp-online.de/leben/gesundheit/news/cannabis-oel-aus-thc-und-cbd-erlebnis-einer-schmerz-patientin-aid-1.6671908
    (6) http://www.gesundheute.com/gesund-ist-cannabisoel/2/
    (7) https://www.zentrum-der-gesundheit.de/hanfextrakt.html
Trustpilot
Close Icon

Fai una domanda