E-Book CBD: la guida definitiva al CBD - CBDNOL – CBDNOL IT
1 articolo 0 articolo
Deutsch English Italian French Spain
Trustpilot

E-Book CBD: la guida definitiva al CBD

Puoi scaricare gratuitamente il nostro e-book sul CBD "La guida definitiva al CBD in Germania" in tedesco o inglese.

Deutsch                                                  Englisch

E-Book CBD: la guida definitiva al CBD                E-Book CBD: la guida definitiva al CBD
Anteprima:

(Prefazione)

Solo pochi anni fa, il cannabidiolo (CBD) era in gran parte sconosciuto. Oggi, la maggior parte delle persone ha familiarità con il CBD e si sta facendo un nome in numerosi paesi in tutto il mondo, per una buona ragione. La scienza ha dimostrato che il CBD ha benefici per la salute e può aiutare con molte malattie: problemi di salute mentale, nausea, vomito, disturbi alimentari, cancro, epilessia e molte altre malattie mentali e fisiche.

In questo e-book ci occupiamo dell'erba miracolosa. L'ebook funge da guida che risponde a tutte le domande sull'argomento e ti avvicina al cannabidiolo. Spiegheremo i vantaggi del CBD, come consumare CBD, se ci sono rischi, come cucinare con CBD e molto altro.

Cominciamo con la storia del CBD. O dovremmo dire con uno dei più grandi malintesi della storia umana?
E-Book CBD: la guida definitiva al CBD

E-book sul cannabidiolo
Capitolo 1. La storia del CBD

... COME TUTTO È INIZIATO ...

La storia del CBD inizia nel 1940 con il chimico americano Roger Adams. Adams è stata la prima persona a isolare con successo la molecola di CBD dalla pianta "Cannabis Sativa L.". Il suo contributo alla scoperta del CBD finisce qui perché Adams non si è reso conto di quello che ha fatto lì.

Fu solo più di 20 anni dopo (1963) che il chimico israeliano Raphael Mechoulam pubblicò il suo lavoro rivoluzionario su THC e CBD. A differenza di Adams, Mechoulam non solo ha isolato il cannabidiolo da circa 1.000 sostanze nella pianta di canapa, ma anche il tetraidrocannabinolo (THC). Ha dimostrato in studi scientifici che il CBD ha un effetto terapeutico e può curare varie malattie e, a differenza del THC, non causa alcun cambiamento nella coscienza.

Con il suo lavoro, Mechoulam ha chiarito uno dei più grandi malintesi del XX secolo. Ha dimostrato ciò che la medicina popolare sapeva da migliaia di anni: la cannabis può avere effetti curativi e non deve farti sballare. Inoltre, Mechoulam ha anche assicurato che le aziende israeliane siano ora coinvolte in oltre l'80% dei brevetti mondiali sulla cannabis.

Nel 2013, il CBD è diventato noto al grande pubblico per la prima volta. Una bambina ha svolto un ruolo cruciale in questo.

Charlotte Figi è nata in Colorado, USA nel 2006. Charlotte ha avuto la sua prima crisi epilettica 30 minuti dopo la sua nascita. All'età di due anni, i medici hanno diagnosticato a Charlotte la sindrome di Dravet. Il declino cognitivo di Charlotte e i sintomi dell'autismo. Entro un anno ha smesso di parlare, non poteva mangiare ed era su una sedia a rotelle. Ha preso sette diversi tipi di farmaci aggressivi che hanno sopraffatto il suo piccolo corpo. Quando aveva solo cinque anni, Charlotte stava combattendo fino a 300 crisi a settimana, a volte una crisi durava fino a quattro ore.

I genitori di Charlotte, Matt e Paige, avevano provato di tutto, ma niente ha funzionato. Le condizioni di Charlotte sono peggiorate ei medici l'hanno portata in un coma artificiale. La prognosi era tutt'altro che buona. Matt e Paige hanno firmato una dichiarazione di non rianimazione.

Un barlume di speranza

È stato il nonno di Charlotte a conoscere per primo la cannabis per curare i bambini. La medicina moderna non aveva più risposte e Charlotte non aveva più niente da perdere. Perché non provare questo strano olio di cannabis su cui Matt e Paige hanno messo le mani? Nella prima settimana, le crisi di Charlotte sono passate da 300+ a zero.

Charlotte Figi CBD

Il CBD ha cambiato per sempre le vite di Charlotte, Matt e Paige in pochissimo tempo. Matt e Paige hanno contattato i coltivatori di canapa locali e hanno sviluppato un ibrido di canapa industriale e marijuana a basso contenuto di THC. Hanno chiamato la loro varietà di cannabis Charlottes-Web, dal nome della ragazzina del Colorado a cui il CBD aveva salvato la vita.

“Perché siamo stati noi a dover cercare questa cura? Perché nessuno dei dottori mi ha detto niente? Perché non hai attirato la mia attenzione su questo rimedio naturale? "

- Matt Figi, il padre di Charlotte, in un'intervista alla CNN.

... Il punto di svolta ...

La storia di Charlotte è stata la svolta globale per il CBD. Le persone che avevano fallito il sistema medico hanno improvvisamente ritrovato la speranza. La scienza ha condotto nuovi studi. Allo stesso tempo, l'immagine della pianta di canapa è migliorata improvvisamente: dopo un referendum nel 2012, il Colorado è diventato il primo stato americano a legalizzare la marijuana. Washington, Oregon, Nevada, California, Alaska, Maine, Massachusetts e Vermont hanno seguito l'esempio. Paesi come l'Uruguay, il Canada e anche la Georgia. E con il Lussemburgo, il primo paese europeo è ora ai blocchi di partenza.
Trustpilot
Close Icon

Fai una domanda